Enter your keyword

Dolore lombare

Isomed Beauty Blog

Bellezza e Salute Online

Cerchi un Centro Estetico, Medicina Estetica, Avanzata o Dentale, Dimagrimento, Dermatologia, Chirurgia Plastica o Prevenzione a Pietrasanta? Scopri ISOMED
Dolore lombare

Dolore lombare

CHRONIC LOW BACK PAIN/ DOLORE LOMBARE

Dolore lombare

La lombalgia comune (in letteratura anglosassone low back pain, LBP) è una patologia ricorrente che colpisce il tratto lombare della colonna vertebrale, caratterizzata da dolore, in sede lombare e dorso-lombare, e limitazione funzionale non attribuibile ad una condizione patologica specifica.  La lombalgia comune non specifica rappresenta secondo la letteratura corrente il 90% circa di tutte le forme di lombalgia; raffigura il disturbo osteoarticolare più frequente, interessando il 50% degli adulti, rappresenta, la causa del 3.5% degli accessi medici totali al Servizio di Medicina Generale.  Secondo la definizione emersa nella revisione sistematica prodotta da Jill Hayden et al., pubblicata dalla Cochrane Collaboration nel 2015, il dolore lombare è un “dolore localizzato a valle della scapola fin sopra il solco intergluteo con o senza irradiazione, con dolore della radice o dolore sciatico”.  In base alla durata della sintomatologia, l’American College of Physicians distingue la lombalgia in acuta (la durata della sintomatologia algica non deve superare le 4 settimane), subacuta (dolore che permane dalle 4 alle 12 settimane) e cronica (dolore mantenuto per un periodo superiore alle 12 settimane).

Nonostante il lungo e approfondito lavoro svolto dall’Associazione Internazionale per lo Studio del Dolore, in campo medico rimane una certa confusione in merito alla distinzione tra lombalgia comune, dolore lombare riferito e dolore radicolare.

Il dolore d’origine mio-fasciale è tra i motivi più comuni del dolore lombare; in altre circostanze il dolore risulta attribuibile a meccanismi patogenetici differenti; è questo il caso del dolore radicolare, del dolore della faccetta articolare, del dolore dell’articolazione sacro-iliaca, del dolore del disco intervertebrale e del dolore da stenosi del canale spinale.

Una precisa valutazione diagnostica è necessaria al fine di indicare il trattamento più appropriato.  Grazie al personale laureato e specillizzato in Fisioterapista, Osteopatia e Posturologia é possibile accorciare i tempi di azione del dolore.

Il decorso naturale del dolore lombare acuto indica che, rispetto al congedo per malattia, la lombalgia in medicina di base ha una prognosi relativamente favorevole, con un ritorno al lavoro del 50% entro i primi 8 giorni e solo il 2% di congedo per malattia dopo 1 anno.  Durante l’anno seguente però, il 15% dei pazienti usufruisce nuovamente del congedo per malattia per la stessa causa e circa il 50% continua a lamentare disagio, quindi recidiva. Vari studi concordano sul fatto che un decorso della malattia più lungo, con maggiore probabilità di recidiva, sia secondario ad un inizio graduale del dolore irradiato alla coscia, al dolore che insorge nel passaggio dal clinostatismo all’ortostatismo, al mantenimento protratto della stessa posizione e al prolungato riposo a letto. I fattori di rischio più frequentemente riportati sono lo sforzo fisico, sollevamento frequente di carichi, flessioni frequenti del tronco, il trascinamento o la spinta di carichi pesanti, i lavori ripetitivi o le posture statiche sedentarie o in piedi e l’esposizione alle vibrazioni.  La Regione Toscana, nelle linee guida (LG) per il mal di schiena elaborate nel 2005 e revisionate nel 2015, raccomanda di effettuare, in urgenza, una valutazione degli aspetti psicologici e socioeconomici del paziente nel quale il dolore lombare sembra persistere nonostante la terapia. Quindi da un punto di vista più pratico  é da valutare la reale causa del dolore alla schiena.  Terapie manuali più avanzate che solitamente purtroppo non possono essere eseguite dalla fisioterapia ospedaliera classica, ad oggi possono aiutare a risolvere definitivamente il problema evitando abuso di farmaci o ricorrendo come spesso accade a racchiudere tutte le patologie muscolo scheletriche che non si spiegano nella terapia antidepressiva, oppiacea o affini. La prevalenza della cronicizzazione del LBP in Italia è stimata intorno al 5.9% nella popolazione di età compresa tra 20 e 69 anni.  Cosa accadrebbe se ci fosse un’attenzione maggiore alla risoluzione della causa primaria del dolore attraverso ottime terapie manuali all’avanguardia? La corretta valutazione dei riflessi posturali, che causano contrattura o spostamento sulle catene muscolari e vertebrali possono essere innescati da disfunzione dell’articolazione mandibolare, disfunzione oculare, visiva, uditiva, viscerale, appoggio podalico. Occhio Orecchio Lingua-Bocca Viscere Piedi sono un sistema funzionale che deve funzionare come un’orchestra armonizzata.

Isomed Beauty Clinic. La tua casa della bellezza e della salute in Versilia.

No Comments

Post Your Comment

Your email address will not be published.