Enter your keyword

Oncologia: una nuova era

Isomed Beauty Blog

Bellezza e Salute Online

Cerchi un Centro Estetico, Medicina Estetica, Avanzata o Dentale, Dimagrimento, Dermatologia, Chirurgia Plastica o Prevenzione a Pietrasanta? Scopri ISOMED
Oncologia: una nuova era

Oncologia: una nuova era

La nuova era dell’oncologia

Nutrizione oncologica

Forse pochi di voi sanno che lo stato nutrizionale di ogni paziente oncologico può essere influenzato negativamente sia dal cancro stesso, in caso per esempio di ostruzione meccanica, sia attraverso cambiamenti metabolici indotti dal tumore, come in casi di malnutrizione e cachessia.

Non di secondaria importanza sono gli effetti collaterali dovuti alle terapie antitumorali, come nausea, diarrea, alterazioni del gusto, che vanno ad alterare l’appetito e conseguentemente l’assunzione di cibo. Alcuni di questi effetti collaterali possono persistere anche nel tempo e in alcuni casi rimanere cronici, tanto da far perdere ogni tipo di piacere legato all’alimentazione e portando i pazienti ad allontanarsi da quelle relazioni sociali che la coinvolgono. Il tutto ci deve portare a ragionare sul fatto che la nutrizione nel paziente oncologico, sia in terapia che in guarigione, è una questione estremamente complessa da dover essere affrontata tramite un approccio multidisciplinare che coinvolga sia oncologi specialisti che nutrizionisti. Infatti, secondo alcuni studi, oncologi ed altri operatori sanitari che trattano pazienti con cancro, nella maggior parte dei casi tendono a sottovalutare i fattori nutrizionali in fase di screening, in terapia ed anche in fase di guarigione.  Tutte queste statistiche hanno portato alla pubblicazione dei Diritti nutrizionali dei pazienti affetti da cancro, presentata al Parlamento Europeo nel mese di novembre 2017, ma nonostante questo grande passo verso una maggior complicità di trattamento e soprattutto verso il rispetto di un diritto primario del paziente, ancora poche strutture garantiscono che la collaborazione oncologo nutrizionista avvenga in maniera idonea.

Dall’analisi dell’esperienza clinica viene sottolineata l’esperienza dei pazienti affetti da cachessia in un quadro clinico oncologico, individuando tre tematiche alle quali poche volte viene data una risposta concreta.

I pazienti oncologici:

  1. Vogliono riconosciuta la loro perdita di peso
  2. Vogliono avere delle informazioni sulla loro perdita di peso e sulle cause
  3. Richiedono interventi per affrontarlo

Parallelamente, i familiari dei pazienti affetti da cachessia, nella maggior parte dei casi si sentono impotenti davanti allo sviluppo di questa situazione e senza alcun tipo di aiuto da parte dei professionisti sanitari.

Sulla base di queste esperienze la consulenza nutrizionale dovrebbe prendere spazio parallelamente alla consulenza medica, proponendo una corretta informazione nutrizionale, diversificandola sulle diverse casistiche. La “cura simultanea” è perciò la nuova era dell’oncologia, una disciplina volta alla cura contemporanea sia della malattia che dei sintomi. Numerosi studi hanno infatti evidenziato l’impatto positivo e la buona riuscita dei trattamenti in casi di intervento nutrizionale sia sulla qualità di vita che sulla prognosi del paziente. I centri più all’avanguardia si dovranno muovere perciò in questa direzione, verso un ambulatorio condiviso oncologo nutrizionista, al fine di poter supportare nella maniera più adeguata possibile il paziente e la sua stessa famiglia.

Isomed Beauty Clinic. Il tuo centro di prevenzione a Marina di Pietrsanta.

No Comments

Post Your Comment

Your email address will not be published.